Chiama
Mappa
Menu

Etica Estetica e Corporeità – Il punto di vista dello psicoterapeuta


La relazione si propone di affrontare una possibile sintesi tra Etica, Estetica e Corporeità, partendo dal significato e dall’etimologia di questi termini.

L’Estetica è la branca della filosofia che attiene al bello, che concerne e ha come obiettivo, o rappresenta il bello, che percepisce o crea il bello.

Ma la diffusione di Estetica come scienza filosofica del bello è impropria e riduttiva se non si pone in relazione con l’etimologia che è invece riferibile alla sensazione.

Estetica quindi come conoscenza sensoriale, ma anche intesa come sentire, cioè come sentimento e come sentire emotivo.

La Corporeità attiene alla materialità del corpo, alla natura e alla consistenza corporea, ma soprattutto alla percezione di se e del proprio aspetto.

Nella depressione, nell’ansia, nei disturbi del comportamento alimentari, nella dismorfofobia, il corpo può essere percepito e sentito come totalmente inadeguato per relazionarsi al mondo.

Le relazioni oggettuali sono di fondamentale importanza nella formazione del Sé e dell’immagine corporea.

Il Sé non esiste alla nascita ed è il prodotto delle interazioni precoci che il bambino ha con gli altri significativi, l’immagine di sé inizialmente trasmessa dalla madre, durante i primi anni di vita, si andrà strutturando e definendo attraverso le immagini che gli specchi, costituiti da tutte le persone significative, gli rimandano.

L’Etica consente all’individuo di gestire adeguatamente la propria libertà nel rispetto degli altri e di distinguere tra comportamenti buoni, giusti o moralmente leciti, rispetto ai comportamenti ritenuti inappropriati.

Questa capacità è però offuscata negli individui affetti da dismorfofobia, perché essi percepiscono il proprio corpo sempre “ insoddisfacente “ non per motivi legati alla propria fisicità, ma alla propria formazione e al proprio stile di attaccamento che li conduce ad una valutazione estetica e corporea fluttuante e vicaria.

Quindi mentre in noi tutti l’Etica si sposa felicemente con l’Estetica e la Corporeità, gli operatori del settore ( Medici e Chirurghi Estetici ) saranno costretti al peso dell’Etica altrui, che fissando la propria attenzione unicamente sulla propria immagine corporea, che si costruisce di momento in momento secondo l’umore, non scelgono in piena libertà e consapevolezza.  

Contattami per una consulenza
Acconsento al trattamento dei miei dati personali in conformità alle vigenti norme sulla privacy. Dichiaro di aver letto e accettato l'informativa sulla privacy
*questo campo è obbligatorio.
Invia messaggio